Monitoraggio di colonie

Dal 1995 FaunaViva si occupa del monitoraggio di una colonia riproduttiva (nursery) mista di Vespertilio di Capaccini (Myotis capaccinii) e Vespertilio di Daubenton (Myotis daubentonii). Il sito occupato è una torretta decorativa di una darsena privata a Lierna, sul Lago di Como, dove i pipistrelli sono presenti da  aprile a settembre. Si tratta di una delle colonie riproduttive di M. capaccinii più settentrionali d’Italia.

Nel corso di studi di dettaglio, condotti nel 1996 e 1997, è stato possibile stimare il numero degli individui presenti nel sito prima e dopo l’involo dei giovani (rispettivamente 1300-1500 e 2100-2400), nonché il loro ritmo di attività notturna. Il numero di individui presenti è oggetto di conteggi ripetuti. Il monitoraggio viene effettuato con l’ausilio di videocamera agli infrarossi, bat detector (rilevatore di ultrasuoni) e fotocamera. Ai conteggi vengono regolarmente abbinate sessioni di cattura degli individui per verificare la presenza delle specie all’interno della colonia, che con i metodi appena descritti non è possibile effettuare. Le sessioni di cattura vengono effettuate esclusivamente nei periodi meno delicati.
I monitoraggi condotti sembrano evidenziare una stabilità delle presenze. Nel 2006 lavori di ristrutturazione hanno modificato l’originale struttura del sito che ospita la nursery, ma grazie alla sensibilità dei proprietari è stato possibile effettuare i lavori con modalità e tempistiche “bat-friendly“.

Al monitoraggio della nursery di Lierna è affiancato il monitoraggio di una cavità naturale posta a pochi km di distanza, in Comune di Mandello del Lario. La Grotta Ferrera ospita diverse centinaia di pipistrelli che, almeno in parte, utilizzano in alcuni momenti dell’anno il rifugio di Lierna.

Grazie all’apposizione di anelli identificativi agli individui catturati tra il 1995 e il 2002 in entrambe le colonie è stato possibile verificare, non solo il regolare spostamento tra i due siti monitorati, ma anche tra la Grotta Ferrera e la colonia presente sull’Isola Bella nel Lago Maggiore, localizzata a 62,5 km di distanza (informazioni fornite da Patriarca e Debernardi). M. capaccinii è considerata specie sedentaria e la maggior parte dei suoi movimenti avviene generalmente tra i 40 e i 50 km. La ricattura di individui inanellati ha consentito di verificare in diversi casi la loro sopravvivenza ad oltre 9 anni dalla prima cattura.