Bat box: pulizie di primavera!

10 aprile 2015 – E’ primavera ed è tempo di fare pulizie, anche nelle batbox! In questo periodo dell’anno, se avete installato una batbox, è il momento di verificare che la cassetta sia in ordine per accogliere i pipistrelli che potrebbero occuparla nei prossimi mesi, una volta svegliatisi dal letargo invernale. I pipistrelli non amano infatti lo “sporco” lasciato eventualemente da altri inquilini (ragnatele, piume, insetti morti…).

Siamo stati in questi giorni a effettuare le operazioni di pulizia e manutenzione alle batbox installate nel corso del progetto “Monitoraggio partecipato funzionale a iniziative divulgative sulla Chirotterofauna del Parco del Molgora”.

Per tutti coloro che hanno installato una batbox, le operazioni che consigliamo di fare prima che i pipistrelli tornino a cercare rifugi idonei dove passare i prossimi mesi sono le seguenti:

Innanzitutto prima di procedere con le pulizie e le eventuali manutenzioni è bene verificare la presenza di individui all’interno della batbox. 

La presenza di pipistrelli non è sempre evidente, date le dimensioni ridotte e la silenziosità di questi animali. Per poter verificare la presenza di occupanti all’interno del rifugio, è quindi necessario fare controlli in condizioni adeguate. Il controllo va effettuato di giorno, posizionandosi sotto alla cassetta e utilizzando una potente torcia elettrica per illuminarne l’interno. Molto utile può essere anche fotografare la cassetta dal basso, utilizzando un teleobiettivo e un flash per illuminare l’interno del rifugio.

 

 

SONY DSCSONY DSCVerificare la stabilità e l’integrità della batbox. Se la cassetta non è fissata in maniera salda al proprio supporto, potrebbe oscillare con il vento, diventando poco “confortevole” per i suoi piccoli occupanti. I pipistrelli gradiscono rifugi ben isolati dall’esterno, quindi perché una batbox venga occupata, occorre che sia in buono stato e senza fessure o spaccature (a parte l’ingresso inferiore) in cui entrino aria e pioggia. E’ opportuno quindi riparare le cassette danneggiate, avendo però l’accortezza di non lasciare residui di colla nella camera interna (perché altrimenti potrebbe risultare tossica per gli occupanti).

SONY DSC Verificare la pulizia della batbox. Spesso la camera interna delle batbox può essere utilizzata da ragni, vespe o altri artropodi che ne occupano gli spazi con nidi, tele, etc. A volte nelle cassette potrebbero entrare anche altri vertebrati, come lucertole o addirittura ghiri. I pipistrelli non gradiscono “condividere” il proprio spazio con altri organismi. Prima della primavera è quindi opportuno verificare se l’interno delle batbox  sia pulito e, in caso contrario, fare pulizia utilizzando uno spazzolino che entri nella camera senza bisogno di rimuovere la cassetta.

E’ bene ricordarsi che per effettuare alcune delle operazioni di manutenzione potrebbe essere necessario utilizzare una scala. Per sicurezza è quindi sempre opportuno essere in due persone.

Elisabetta de Carli