E’ ripresa l’attività di Inanellamento a scopo scientifico nel Parco del Ticino: la biodiversità non manca!


Lo scorso 16 aprile è ripartita l’attività della Stazione Ornitologica di Vizzola Ticino (VA), nota anche come “Dogana”, gestita da FaunaViva nel Parco Lombardo della Valle del Ticino: si tratta del 14° anno di attività nel Parco e del 9° a località di Vizzola Ticino.

Il Parco del Ticino costituisce un’importante rotta migratoria per l’avifauna e rappresenta uno dei più importanti corridoi ecologici della Lombardia, oltre che dell’Italia settentrionale.
Il progetto è stato finanziato nell’ambito dei Bandi Ambiente di Fondazione Cariplo, e prevede l’inanellamento dell’avifauna nel corso della stagione di migrazione primaverile presso la Stazione Ornitologica “Dogana” di Vizzola Ticino. Questa attività verrà gestita, come negli anni scorsi, dallo Studio di Consulenze Ambientali FaunaViva.
Inoltre, dall’inizio del mese di maggio si stanno svolgendo, presso l’area di monitoraggio e cattura, le “Campagne Naturalistiche” dell’Università degli Studi di Milano, che prevedono una serie di attività sul campo in cui alcuni studenti della facoltà di scienze dell’ateneo milanese affiancheranno, dall’alba al tramonto (e oltre…), esperti biologi e naturalisti.
Iniziativa lodevole mirata a far vivere agli studenti una “settimana da naturalisti”, con la finalità di avvicinarli a professionalità messe in discussione dalle attuali logiche del mercato del lavoro. 

L’attività di inanellamento nell’ambito delle Campagne Naturalistiche,
in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano

La stazione, attiva dal 2005 in periodo di migrazione primaverile ed autunnale, è localizzata in un contesto caratterizzato da ambienti prativi, tra il fiume Ticino e il canale Villoresi, ed è stata oggetto di piantumazione di elementi arbustivi autoctoni produttori di frutti, bacche e drupe, allo scopo di aumentare l’idoneità per la sosta e l’alimentazione degli uccelli migratori.
Nel primo periodo di attività, fino ad oggi, le catture sono risultate relativamente scarse, arrivando a circa 250 individui, anche a causa delle diverse giornate di maltempo che sta imperversando nell’Europa meridionale in questo inizio di primavera. In compenso il numero di specie catturate è già rilevante: ben 35, tra cui Succiacapre, Martin pescatore e Averla piccola (quest’ultima già a quota 40 individui!), tutte specie in allegato I alla Direttiva 2009/147/CE “Uccelli” e quindi ritenute di particolare interesse conservazionistico.
Maschio di Averla piccola – Lanius collurio

Da segnalare anche le numerose catture di Stiaccino (la specie finora più catturata con 54 individui di cui 22 in un solo giorno!), specie di ambienti prativi e agricoli ben strutturati, in declino in tutta Europa.
A seguire 28 capinere e 23 sterpazzole.
Maschio di Stiaccino – Saxicola rubetra

Questi dati preliminari evidenziano l’importanza dell’area come “stop-over” (sito di sosta durante la migrazione) per specie svernanti nell’Africa subsahariana e di ritorno verso i loro quartieri di riproduzione europei.
E’ possibile vedere alcune foto delle specie catturate durante la stagione di attività in corso sulla pagina Facebook di FaunaViva.
La stazione sarà aperta tutti i giorni fino al 30 maggio 2013.
Chi fosse interessato ad assistere alle attività di cattura, può contattare i responsabili della stazione ai seguenti indirizzi @mail:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: