Dormire vicini in città: il “roost” dei gufi comuni di Milano

Poche persone immaginano che osservare dei rapaci notturni in pieno giorno, liberi, sia alla portata di tutti ed estremamente semplice! Milano offre questa opportunità a quanti vogliano vedere da vicino, anche senza alcun tipo di attrezzatura, degli animali così elusivi e normalmente difficili da osservare come il Gufo comune.
Nei pressi di Via Ripamonti, in zona sud, è infatti presente uno storico “dormitorio” (tecnicamente in inglese “roost”) di gufi comuni, che non molti anni fa annoverava fino a 70 gufi e che oggi, invece, è frequentato da circa 20 individui. Questo fenomeno è tutt’altro che comune, per cui quello di Milano è da ritenersi uno tra i pochi “roost urbani” di gufi in Italia.
Durante i recenti rilevamenti di AViUM sono state effettuate alcune visite allo scopo di monitorare l’importante roost di gufi comuni.
Di seguito vengono riportate le date dei controlli ed il numero di individui contati:
3 gennaio 2012 – 7 gufi
8 gennaio 2012 – 2 gufi
15 gennaio 2012 – 17 gufi
27 gennaio 2012 – 12 gufi
4 Febbraio 2012 – 17 gufi
8 Febbraio 2012 – 16 gufi
13 Febbraio 2012 – 11 gufi
Il Gufo comune è, tra i rapaci notturni, la specie europea che più comunemente si aggrega in questi “dormitori invernali” per riposare durante le ore di luce. Questo comportamento è tipico soprattutto di alcune specie di Passeriformi come lo Storno che, nelle nostre città, forma raggruppamenti di tali dimensioni e talmente vistosi da costituire probabilmente il più grande spettacolo fornitoci dal mondo animale in contesto urbano.
Il comportamento gregario dei gufi comuni si verifica solo in inverno, mentre per il resto dell’anno gli individui di questa specie sono per lo più solitari e territoriali, condividendo spazi e risorse alimentari solo con il partner riproduttivo. Questa forma di comportamento sociale è molto studiata da etologi (studiosi del comportamento animale) e ornitologi e le ipotesi per spiegarla sono diverse: in primo luogo riposare e dormire vicini durante il giorno offre al gruppo di gufi maggiore sicurezza durante una fase della giornata in cui sono più vulnerabili. Infatti, durante il sonno gli individui sono maggiormente soggetti a rischi di predazione: quando più individui sono vicini è più probabile che almeno uno tra essi sia vigile comportandosi da “sentinella” per se stesso e di conseguenza per gli altri, allarmando in caso di avvicinamento di pericoli.
Oltre ai vantaggi della strategia di gruppo, i gufi milanesi, trascorrendo le ore di riposo in città, usufruiscono di temperature di qualche grado più alte rispetto a dormitori in ambiente naturale. La presenza in città di un numero limitato di potenziali predatori, consente inoltre di riposare su alberi ben esposti al sole e quindi più caldi, rinunciando a posatoi nel fitto della chioma delle conifere.
Infine, tra le spiegazioni date dagli etologi al comportamento “di gruppo”, vi è anche la “trasmissione di informazioni” tra i gufi: il roost acquisterebbe quindi un ruolo sociale molto importante nel quale condividere le “esperienze”, per esempio sulla sicurezza stessa del dormitorio o sulla bontà delle aree di caccia limitrofe utilizzate sul far della sera, offrendo semplicemente la possibilità a ciascun gufo di osservare come si comporta il “vicino di ramo”!
Ci teniamo a raccomandare, a tutti coloro che desiderino osservare i gufi di Milano, di non disturbarli durante il loro riposo con comportamenti inadeguati, quali l’avvicinarsi troppo pur di scattare delle foto o provocare rumori tali da farli involare: la colonia di via Ripamonti è facilmente accessibile e spesso i gufi riposano su rami bassi!
Ribadiamo anche che i rapaci notturni, in generale, sono specie particolarmente a rischio e quindi sono tutelate da normative regionali, nazionali e internazionali. Inoltre i gufi non sono in alcun modo dannosi per l’uomo, né possono trasmettere malattie di alcun tipo! Al contrario, svolgono un ruolo ecologico molto importante, controllando le popolazioni di roditori in ambiente urbano e suburbano.
Vi invitiamo vivamente a segnalarci eventuali presenze invernali di gufi in altre zone della città

7 commenti su “Dormire vicini in città: il “roost” dei gufi comuni di Milano

  1. Parco Teramo (Zona Parco Sud), il 26 dicembre 2012. L'ho visto intorno alle 18.00. Che emozione!

  2. Posato e poi dopo 10-15 secondi e' partito. Poi e' tornato verso di me e avevo l'impressione che mi voleva spaventare.

    Era posato su un albero molto vicino al fiumicello che corre attraverso il parco.

  3. C'e' anche un gheppio in giro per quel parco ed ho visto anche un picchio settimana scorsa.

  4. C'è un gufo che vola sempre davanti casa mia la sera si trova nel parchetto centrale tra piazzale Martini e Piazza Insubria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: