Andrea Ferri

Andrea Ferri si è laureato in Scienze Biologiche nel 1998 presso l’Università degli Studi di Milano con una tesi dal titolo: “Variazioni annuali, stagionali e tra colonie, nel successo riproduttivo di due specie di Ardeidae coloniali (Aves)”.

Si è sempre dedicato allo studio e conservazione della fauna selvatica e in particolar modo a quello dell’avifauna, prima come Responsabile del Centro Recupero Fauna Selvatica LIPU della Lombardia “La Fagiana”, e in seguito lavorando presso l’Istituto Nazionale Fauna Selvatica (INFS ora ISPRA, Istituto Nazionale per la Protezione e la Ricerca Ambientale). In Istituto ha svolto principalmente attività di monitoraggio e ricerca sulla fenologia e fisiologia della migrazione dei Passeriformi migratori presso l’isola di Ventotene (titolare di permesso di inanellamento A).

Nel mentre ha sempre collaborato con l’Associazione per quanto riguarda i censimenti legati ai progetti MITO2000 e AVIUM, nonché a tutte le attività legate all’inanellamento a scopo scientifico. Nel 2013 è stato assunto a tempo determinato come Ricercatore presso ISPRA contribuendo all’implementazione della Direttiva UE sulla Strategia Marina per quanto concerne la componente relativa agli Uccelli marini in Italia.